Chiedi a qualsiasi esperto di marketing e ti diranno che i profitti sono nascosti nella tua mailing list.

Questo non è un segreto. Se avessi un dollaro per ogni volta che qualcuno ha sputato un po’ di saggezza, probabilmente avrei così tanti soldi da far arrossire la regina d’Inghilterra.

Ma mentre tutti sanno che i soldi sono nell’elenco, non tutti sanno che dovresti creare più elenchi. Quindi lascia che ti chieda: quante liste stai costruendo?

Di seguito troverai i tre elenchi che dovresti creare come minimo assoluto. Guarda…

L’elenco dei partner di marketing

I tuoi affiliati e partner di joint venture sono alcune delle relazioni più preziose che hai nella tua attività. Dopotutto, un partner davvero valido può aggiungere decine di migliaia di dollari ai tuoi profitti. Quindi puoi scommettere che vale la pena coltivare queste relazioni.

Molti esperti di marketing commettono l’errore di non inserire i propri partner di marketing in un elenco. Dipendono da servizi di terze parti, blog JV o gruppi Facebook. Tutte queste piattaforme vanno bene, ma hai davvero bisogno di avere anche un elenco in modo da poterti contattare via e-mail.

SUGGERIMENTO: puoi inviare messaggi di massa ai tuoi partner di marketing per annunciare nuove offerte di affiliazione, concorsi, strumenti di marketing e altro ancora. Tuttavia, ti consigliamo di inviare di tanto in tanto e-mail individuali ai tuoi migliori partner solo per costruire ulteriormente la relazione.

Prossimo…

L’elenco dei clienti

Se un marketer ha un solo elenco, spesso è l’elenco dei clienti. Questo perché questa è una delle tue più grandi risorse. La vendita più semplice che puoi effettuare è a un cliente esistente, quindi ha senso commerciale seguire i tuoi clienti via e-mail.

Prossimo…

La lista dei potenziali clienti

Ecco un altro tipo popolare di elenco. La maggior parte dei professionisti del marketing sa come impostare una pagina di lead e acquisire i propri lead in una mailing list. Ma la maggior parte dei marketer non segmenta questo elenco.

Vedi, ecco la cosa…

Puoi aumentare il tasso di conversione facendo offerte e scrivendo e-mail che si rivolgono direttamente a diversi segmenti del tuo mercato.

Lasciate che vi faccia un esempio…

Hai creato due pagine di piombo nel mercato dell’addestramento dei cani. Un’offerta è per una guida all’addestramento all’obbedienza, mentre l’altra è per una guida all’addestramento dei trucchi. Alcuni del tuo mercato prenderanno la guida all’obbedienza, alcuni prenderanno la guida all’addestramento al trucco e alcuni approfitteranno di entrambe le offerte.

La chiave qui è segmentare la tua lista in base al tipo di guide a cui ogni membro della tua lista era interessato. Ora puoi inviare e-mail “come fare per” e promozioni per prodotti che corrispondono direttamente agli interessi dei tuoi lettori.

Risultato finale? Un rapporto migliore con le tue liste, meno disiscrizioni e più vendite.

La linea di fondo…

I soldi sono davvero nell’elenco, ma un esperto di marketing sa che la chiave per i profitti è creare più elenchi. Per lo meno, dovresti avere un elenco di partner di marketing, un elenco di potenziali clienti e un elenco di clienti. Puoi quindi segmentare ciascuno di questi elenchi per conversioni migliori.

Ora è un buon momento per iniziare, quindi accedi all’account del tuo provider di servizi di posta elettronica e inizia a configurare le tue liste!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
1
Hai bisogno di aiuto?
Ciao, come ti posso aiutare?